PREMIO MASSIMO TROISI PER LA SCRITTURA COMICA

 

"Come un novello Tristram Shandy, il protagonista ricorda perfettamente la propria nascita. Da lì, di ricordo in ricordo,si snocciola un perfetto ritratto di vita familiare, comico, paradossale, ma anche in qualche modo sapienziale,se è vero che la grande sfida di chi cerca di sopravvivere è emanciparsene e guadagnarsi una qualche maturità."

LA FELTRINELLI

 

IL GIORNO CHE SONO NATO C'ERA SCIOPERO DELLE CICOGNE ha vinto il Premio Massimo Troisi 2003 per la Scrittura Comica, è stato pubblicato da Guida nel 2004

e oggi ripubblicato in edizione riveduta e migliorata dall'autore.

 

In questo romanzo, papà e mamma faticano a riconoscere il figlio come individuo indipendente e fanno di tutto per impedirgli di lasciare il nido. Perché la famiglia si nutre di ruoli scambiati e morbose dipendenze: la madre non fa la madre ma cerca di tenerlo a sé come una piovra, la nonna gli fa da madre a patto che lui la ami con tutto il cuore, il padre vorrebbe aiutarlo a volar via ma ha molto bisogno di lui, il nonno puttaniere condivide con il piccolo molte esperienze interessanti...

 

La storia è raccontata in prima persona, come un monologo teatrale, dal sapore autobiografico. Il tono è surreale ed estremo, specchio dello sguardo di ogni bimbo, che dalla sua minuscola postazione di vita, vede gli adulti a dimensione immensa, detentori di potentissime magie. Il nostro piccolo protagonista si difende con il sorriso, perché ai suoi occhi, papà e mamma appaiono orchi. Tuttavia crescendo, troverà il coraggio di affrontare i suoi mostri e vincerli. Ma si accorgerà che non muoiono, semplicemente mutano aspetto. E forti del loro significato letterale - monstrum/mostrare - gli rivelano qualcosa di grande che la sua (di tutti?) stoltezza giovanile, sempre egocentrica e vittimistica, mai avrebbe potuto immaginare.

Romanzo

€10.89Prezzo
    © 2017 by Fulvio Fiori. Foto: Oliviero Venturi, Silvano Pupella, Gianluca Giannone, Carmelo Farini/Visual Crew. Created with WIX.COM