Cerca
  • Fulvio Fiori

UNA STORIA DI MISTERO E COLLABORAZIONE

Una notte, un assassino entrò nella casa di una famiglia numerosa. Per primo uccise il nonno, senza sforzo, perché era vecchio e malato. Poi strangolò la nonna, soffocando il suo grido d'aiuto. Quando aprì la stanza dei bambini, il padre lo colpì con un pugno in piena faccia. In quell'istante l'assassino scomparve. A quel punto, erano tutti svegli e spaventati, stretto intorni al padre, che non sapeva cosa fare.


Un amico di famiglia, ospite da loro per qualche giorno, capì subito che l'assassino aveva il dono dell'invisibilità. Perché era un grande esperto di misteri. Per fortuna, sapeva che per renderlo visibile, bastava gettargli addosso alcol. Il padre prese la sua miglior bottiglia di whisky e cominciò a girare per la casa, lanciando ampie sorsate a ogni angolo. Sua moglie, la sorella, i figli e l'amico lo seguivano, ben nascosti dietro di lui. Finalmente, in cantina, l'assassino apparve e il padre gli saltò addosso.


Stava per colpirlo con un calcio nello stomaco, quando la moglie gli bloccò la gamba e disse "Non sarebbe meglio negli stinchi?". E l'assassino colpì il padre alla gola. Stava per assestargli un pugno nel fegato, quando il figlio maschio gli fermò il braccio e commentò "Daglielo nella milza!". E l'assassino di nuovo colpì il padre alla gola. Stava per mettere a segno una testata sul naso dell'assassino, quando la figlia gli bloccò il collo ed esclamò "Così non funziona!". E l'assassino colpì il padre per la terza volta alla gola. Allora il padre si voltò verso i suoi famigliari gridando "Salvini, Meloni, Renzi, andate subito fuori dalle balle!" Loro per fortuna obbedirono, il padre colpì velocissimo l'assassino agli occhi e lo mise fuori combattimento.


Quando arrivò la polizia, i figli e la moglie avevano già chiesto scusa al padre infinite volte. "Scuse accettate" ufficializzò il padre e offrì a tutti un sorso del suo whisky migliore, per tirarsi un po' su. Anche la polizia, in quella situazione del tutto eccezionale, accettò con piacere. Ma che non lo dicessero a nessuno.

0 visualizzazioni
© 2017 by Fulvio Fiori. Foto: Carmelo Farini/Visual Crew, Silvano Pupella, Gianluca Giannone. Created with WIX.COM