Cerca
  • Fulvio Fiori

CREA IL TUO MANTRA PER LA SALUTE

La parola mantra in sanscrito significa “veicolo o strumento del pensiero che protegge”. È dunque “un’espressione sacra”, una formula magica con cui i devoti delle religioni orientali – Brahmanesimo, Buddhismo, Induismo, Vedismo… - si rivolgono a un’entità divina, per ottenere benedizione, abbondanza, pace. Il mantra più semplice è il famosissimo OM, che i monaci Buddhisti possono cantare per ore e che viene considerato il suono primordiale dell’Universo. Ha un effetto armonizzante e crea buone energie. Ma ce ne sono molti altri: OM MANE PADME HUM, NAM-MYOHO-RENGE-KYO… ognuno dei quali ha uno scopo particolare.


Classicamente, il mantra viene proposto da un maestro, ed è in lingua sanscrita. Io invece oggi ti propongo un mantra nella tua lingua, l’italiano! E ti invito a crearlo tu stesso! Un MANTRA DELLA SALUTE, che può rivelarsi molto utile in questo periodo di forte sollecitazione mediatica, in cui il CoronaVirus può compromettere il nostro benessere psicofisico. Il mantra in italiano non ha la vibrazione considerata sacra dei mantra classici, tuttavia ha la profonda valenza del significato, la forza della comprensione e la potenza creativa della programmazione linguistica. Oltre che la sacralità innata del tuo linguaggio nativo. Dunque si può rivelare altrettanto straordinario. Come insegna il celebre I AM THE GREATEST, il celebre mantra di Cassius Clay, che il più grande lo diventò davvero.


Ebbene, io ti invito a creare tu stesso il mantra più adatto per il momento che stai attraversando. Ad esempio: HO PROFONDA FIDUCIA IN ME - SONO POTENTE E RISPETTOSO – IO MI AMO – HO PAZIENZA E DETERMINAZIONE


Per rendere i tuoi mantra massimamente efficaci, ti suggerisco alcune REGOLE D’ORO:

- Che sia semplice e breve: poche parole, scelte con cura

- Che sia specifico per te: scegli parole che senti tue e che ti toccano dentro

- Che sia scritto in termini positivi: evita i “non” (non ho paura), perché l’inconscio NON li recepisce e riceve il messaggio contrario; usa piuttosto sono fiducioso, ho tutto il coraggio che serve

- Che sia “costruttivo”: usa sto sereno in casa e non uscire è pericoloso

- Che il verbo sia al presente indicativo: usa sempre faccio, sono, ho… e non il condizionale farei, sarei, avrei… e neppure il futuro farò, sarò, avrò… perché l’inconscio recepisce solo il qui e ora, soprattutto se “sembra vero”, come accade quando guardi un film: sai che non è vero, ma ti emozioni ugualmente, perché l’inconscio non distingue ciò che accade nella realtà da ciò che propone la fantasia

- Che sia creativo: perché la creatività parla il linguaggio dell’inconscio; ad esempio, al posto di IO HO FIDUCIA IN ME, che va benissimo ma è molto logico, puoi usare IO SONO LA FIDUCIA, che è un’immagine, una metafora ed è più suggestiva, sempre che lo sia per te.


Una volta che hai creato il tuo mantra, puoi potenziarlo con altre semplici e stuzzicanti tecniche:

- Scrivilo tutti i giorni appena ti svegli

- Scrivilo su un foglio e tienilo sul comodino, leggilo quando ti svegli e prima di dormire; mettilo sul sedile passeggero della tua auto e leggilo prima di guidare…

- Scrivilo su un foglio e appendilo in casa, dove lo vedi di più o dove ti sorprende di più: sullo specchio del bagno, sull’interno della porta di casa, sullo scaffale della pasta… e soffermati a leggerlo ogni volta che lo incontri

- Ripetilo mentalmente ogni volta che vuoi

- Recitalo a viva voce o sottovoce, con l’intenzione che senti più adatta al mantra (IO OTTENGO L’AUMENTO ha un’energia diversa da IO RIESCO A VIVERE CON GIULIA)

- Correggilo e reinventalo, se ne senti il bisogno, non pensare che sia immutabile, la parola è duttile, è plastilina per la mente, plasmala sulle tue esigenze

- Giocaci come vuoi: fanne l’anagramma, trova delle rime…

- Cantalo come una filastrocca dei bambini

- Puoi anche cantarlo o recitarlo, sulla frequenza elettiva del benessere, 432 Hertz, ovvero la nota LA. In verità, il LA vibra sui 440 Hertz, tuttavia è sufficientemente vicina ai 432 Hertz per essere piacevole e benefica, come sapevano Mozart e Bach, che hanno scritto le loro opere migliori in quella tonalità.

- Arricchisci nella tua mente il mantra con immagini a forte valenza sensoriale e visualizzale ogni volta che vuoi: ad esempio, se il tuo mantra è IO SONO SANO E FORTE, immagina te stesso mentre corri in riva al mare, mentre fai le flessioni su un braccio solo…


E dunque scatenati! Scatenati! Scatenati!...


"La salute è il primo dovere della vita." Oscar Wilde

166 visualizzazioni
© 2017 by Fulvio Fiori. Foto: Carmelo Farini/Visual Crew, Silvano Pupella, Gianluca Giannone. Created with WIX.COM