per sorridere emozionarsi riflettere


L'AMORE GETTA LA MASCHERA: AMA COME PERSONA, NON COME PERSONAGGIO.

 

“Anche le donne sono uomini come noi” dice uno dei personaggi di questi racconti, dedicati a uno dei temi più affascinanti della storia della letteratura: l’amore. ebbene questa frase è la stella polare che guida l’autore nel suo viaggio magico e avventuroso dentro il cuore dei sentimenti.

 

grazie a un voyeurismo pungente ma mai morboso, come un grande occhio che dall’alto tutto vede, Fiori sembra comprendere l’enigmatica dualità dell’amore (il bene e il male?), in una memorabile raccolta di storie romantiche e disincantate, mai scontate. come lo stesso titolo che propone “l’innocenza congenita” – quasi l’opposto del peccato originale - rispetto alle colpe che l’amore sembra generare suo malgrado.

 

in questo libro, lo scrittore si muove elegantemente fra atmosfere spirituali e orientaleggianti, metafisiche e fiabesche, ma anche surreali e allucinate, fondendo brani eterogenei come fossero diverse modulazioni di un’unica melodia. per questo Tutta colpa dell’innocenza è una sorta di “romanzo corale”, frutto di racconti che descrivono sguardi e non detti, parole urlate per dire il contrario, silenzi che hanno la forza di uragani, passioni e contraddizioni che ogni coppia sperimenta.

 

infine, con scrittura magica e delicata, Fiori lascia affacciare anche Dio sulla soglia dell’amore, un Dio che è al contempo madre e padre, donna e uomo… perché l’amore non è che la chiave di lettura di un discorso più ampio sull’esistenza, che rivela un punto di vista particolarmente umano del sentimento, fatto di accettazione dei limiti dell’altro e di incondizionata comprensione, da cui ognuno di noi può trarre serenità e ispirazione per vivere con più impegno la propria quotidianità.

E' un libro da "farfalle" nello stomaco.... ti rimane dentro! (Angelica Bellestine)

 

leggi altre opinioni  - scopri la rassegna stampa



Premio Massimo Troisi 2003

per la Scrittura Comica

 

possessiva, insicura, soffocante, ma anche affettuosa, generosa, nutriente… sono le controverse qualità della famiglia in cui cresce il protagonista, oggetto di un eccesso d’amore che rende la sua crescita un brutto sogno.

 

lo racconta egli stesso in prima persona, con un originale monologo agrodolce, dai toni surreali, scrittura acuta che scava tra i disagi familiari con stile leggero e profondo.

 

il romanzo inizia dentro la pancia della mamma, dove il battito del cuore è così rassicurante che lo tiene sveglio; poi passa all'infanzia, tra sensi di colpa, doveri e ceffoni come se piovesse; quindi l‘adolescenza, vittima di gastrite psicosomatica; per approdare alla giovinezza, prigioniero dell’incapacità di scegliere il proprio futuro.

 

ansie da prestazione e dipendenza affettiva sono le ingombranti eredità acquisite, figlie di errori involontari, nipoti di dolori familiari antichi, tipici un po’ di tutte le famiglie, che risalgono lungo l’albero genealogico e se non elaborati, discendono fino ai pronipoti.


Consigliato dal sito del Telefono Azzurro tra i migliori libri per l'infanzia.

 

Lattuga è una singolare storia vegetariana che nasce sull'onda delle terribili malattie degli allevamenti (mucca pazza, afta epizootica, pesci al mercurio...).

 

i suoi originali personaggi - il vitellino Lattuga con le orecchie a forma di insalata, Hi-Hi-Hi l'esilarante Spirito di Magica Armonia, Fior Di Loto la neonata telèpate... - stimolano i ragazzi a riflettere sul rapporto dell'essere umano con gli animali e propongono quesiti fondamentali per la formazione di una nuova coscienza ambientale.

 

grazie a un personale stile umoristico e a uno sviluppo narrativo che alterna sorprese, momenti drammatici, pause di riflessione e canzoni, Lattuga è un inno sincero alla gioia di vivere e un invito profondo al rispetto e alla salvaguardia di tutte le meravigliose forme di vita del nostro pianeta.

 

adottato dall'AVI-Associazione Vegetariana Italiana per le scuole

 

inserito nella biblioteca ufficiale della LAV-Lega Anti Vivisezionista

 


romanzi racconti saggi aFIORIsmi


Premio

Massimo Troisi

2003

per la Scrittura Comica

"Uno stato di grazia che deve fare i conti con la nostra esperienza terrena ma è l'unico a portarci a sentire che siamo tutti uniti... "

Stefano Fusi

"Il cosiddetto aFIORIsma diventa una liberazione dell'uomo dalle

sue maschere e stereotipi"

Fabrizio Caramagna



Cult sui siti web, social network, sui

diari Comix...

tradotto in USA.

In classifica

fra i libri più venduti

del 1993 settore Varia

Consigliato dal Sito del Telefono Azzurro fra i migliori libri per l'infanzia dal 2001 al 2004.




co-autore


Pubblicato in USA nel 2007


Pubblicato in USA nel 2014




iscriviti alla newsletter e ti invierò un mio racconto in omaggio

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti


Visita il sito amico del Dottor Andrea Penna